Milan: rebus da 90 milioni, Pioli vuole il cambio di marcia

I primi segnali sarebbero giunti domenica contro la Lazio. La squadra rossonera è riuscita a tenere botta alla squadra di Simone Inzaghi per ben 70 minuti, novità che fa sorridere in parte Stefano Pioli, che ora, però, vorrebbe una scossa definitiva, già contro la Juventus a Torino. Il tecnico parmense chiederà al team di accelerare sugli aspetti positivi, scrive la Gazzetta dello Sport, che in questo momento starebbero resistendo. Sono 106 i km percorsi complessivamente nel match contro i biancocelesti, con una media da 6,4 km/h, statistica uguale a quella impiegata dalla Lazio.

Il ritmo sta tornando, ma occorre più aggressività in fase difensiva e offensiva. La squadra si può dire promossa rispetto al match di una settimana fa contro la Roma, ma ha bisogno della scossa definitiva. Input che giocatori come Piatek e Paquetà avrebbero bisogno più che mai. 70 milioni spesi dalla dirigenza rossonera non ancora utilizzati al meglio, se non nei primi 5 mesi sotto la gestione di Rino Gattuso.

LEGGI ANCHE:  Algeria eliminata: Bennacer ci sarà con la Juventus?

90 MILIONI DI REBUS

Sono sei gli acquisti rossoneri in questa ultima sessione estiva di mercato, quattro dei quali non sono ancora entrati al centro del gioco e del Milan, su tutti Ante Rebic e Leo Duarte, utilizzati poco e mostrando un rendimento poco lucido nelle piccole chance avute. Leao dopo le primi ottime uscite si è letteralmente spento. Altalenante, invece, Bennacer. Gli unici a salvarsi sarebbero Krunic, per i pochi minuti giocati e l’ottima prestazione vista contro la Lazio e Theo Hernandez, protagonista di 2 assist e 2 goal in 11 partite ed è solo un terzino.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy