Jack, la legge del campo per meritarsi il rinnovo. Ma occhio ai sondaggi di due club

Jack, la legge del campo per meritarsi il rinnovo. Ma occhio ai sondaggi di due club


Giacomo Bonaventura è tornato a pieno regime con un gol contro il Napoli e buone prestazioni ed ora si apre anche per lui il capitolo rinnovo. Come evidenzia Il Corriere dello Sport quest’oggi, due incontri con il Milan avevano portato alla determinazione di valutare il rinnovo del contratto in scadenza dopo un buon minutaggio. Motivi sufficienti per arrivare a una svolta che, dal punto di vista di Bonaventura, sarebbe meritata. E che gli consentirebbe di cancellare qualsiasi ansia per il futuro, visto che lui al Milan ci resterebbe volentieri.

Dato che mancano pochi mesi alla scadenza, è normale che ci siano club alla finestra: negli ultimi giorni i sondaggi sono arrivati sia dalla Fiorentina che dalla Roma, più un discorso per l’estate che per la prossima, imminente, sessione invernale, ma la situazione va monitorata con attenzione. Jack può appellarsi alla legge del campo, l’unica in grado di dare risposte certe. Nei prossimi colloqui con Raiola il discorso Bonaventura tornerà prepotentemente di moda. Se la decisione era quella di aspettare un buon minutaggio e qualche partita di spessore, l’obiettivo è stato raggiunto.

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Coordinatore editoriale "SpazioMilan.it": Luca Forte

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy