Spadafora: “I club vivono in una bolla, niente sarà più come prima. Irrealistico ripartire il 3 maggio”

Spadafora: “I club vivono in una bolla, niente sarà più come prima. Irrealistico ripartire il 3 maggio”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Vincenzo Spadafora, ministro dello sport, ha parlato a Repubblica affrontando il discorso del ritorno in campo del calcio italiano: “Riprendere le partite il 3 maggio è irrealistico, domani proporrò di prorogare per tutto aprile le competizioni sportive di ogni ordine e grado. Ed estenderò le misure agli allenamenti sui quali non eravamo intervenuti perché c’era la possibilità che si tenessero le Olimpiadi“. 

Ha poi aggiunto, bacchettando in parte i club di Serie A: “Dal calcio di Serie A invece mi aspetto che le richieste siano accompagnate da una seria volontà di cambiamento: le grandi società vivono in una bolla, al di sopra delle loro possibilità, a partire dagli stipendi milionari dei calciatori. Devono capire che niente, dopo questa crisi, potrà più essere come prima”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy