Juventus-Milan, le pagelle: Rebic killer. Il Milan non va mai in difficoltà ma non trova il gol

Juventus-Milan, le pagelle: Rebic killer. Il Milan non va mai in difficoltà ma non trova il gol

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

DONNARUMMA 6 – Puntuale nelle poche volte in cui viene chiamato in causa, più in difficoltà in fase di impostazione.

CONTI 5.5 – È suo il fallo di mano che porta al rigore poi sbagliato da Ronaldo. Lento e macchinoso anche in fase offensiva.

KJAER 6.5 – Nel secondo tempo salva due palle gol limpide.

ROMAGNOLI 6.5 – Insieme al compagno di reparto tiene a galla la retroguardia rossonera, ma non è bastato.

CALABRIA 5.5 – Tocchi imprecisi, troppo leggero in fase di copertura e insicuro in ripartenza.

KESSIÉ 5.5 – Manca la sua grinta in mezzo al campo, spesso fuori tempo. Si fa saltare con troppa facilità.

BENNACER 5.5 – Non il solito Bennacer. Anche lui subisce la pressione dei bianconeri, troppi passaggi sbagliati.

PAQUETÀ 6 – Appare spaesato in campo nel primo tempo, meglio nel secondo.

BONAVENTURA 6 – La sua è una partita di grande sacrificio, costretto al ruolo di riferimento offensivo dopo l’espulsione di Rebic.

CALHANOGLU 5 – Totalmente fuori partita. Sbaglia tiri, passaggi e tempi di gioco.

REBIC 4 – Il suo intervento non ha scusanti: insensato e pericolosissimo lascia i suoi in dieci per 70 minuti e compromette la partita.

LEAO 6 – Prova a far salire la squadra pur essendo isolato da tutti, ma non arriva mai alla conclusione.

KRUNIC s.v.

COLOMBO s.v.

SAELEMAEKERS s.v

LAXALT s.v.

PIOLI 6.5 – Partita totalmente compromessa dall’espulsione iniziale. La squadra tiene, subisce poco e cresce nel secondo tempo, pur non riuscendo a trovare il gol del vantaggio.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy