Sacchi: “Theo deve essere più riflessivo, Calabria è un moto continuo, Ibra deve essere più paziente”

L’ex allenatore rossonero Arrigo Sacchi ha commentato, ai microfoni della Gazzetta dello Sport, la crescita e le prestazioni dei giocatori rossoneri in questa prima parte di stagione. Ecco le sue parole:

“Buono l’inserimento di Fikayo Tomori, anche se con un finale un po’ sofferto. Franck Kessié, sebbene un po’ affaticato, ancora una volta è stato fondamentale. Forse oggi è il centrocampista più importante del campionato. Alessio Romagnoli cresca, non faccia soltanto il compitino. Theo Hernández ha grandissime qualità fisiche, ma sia più riflessivo. Davide Calabria è un moto continuo ed un esempio di generosità e volontà. Gigio Donnarumma è un fenomeno, Rafael Leão fa progressi, ha grandi qualità non sempre supportato da agonismo e volontà. Ibra, indispensabile riferimento, sia più paziente con i compagni. Ogni sua parola ha un grande peso. Il Milan dovrebbe tornare ad essere un collettivo moderno, non un insieme di gruppi sparpagliati per il campo. Solo così sfrutterà collaborazione e sinergia”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy