Hauge su Kjaer: “Nello spogliatoio lo chiamiamo ‘Vichingo’. Quando parla tutti lo ascoltano”

Jens Petter Hauge, intervistato da Jonas Adnan Giæver per il quotidiano Dagbladet, ha parlato del suo compagno di squadra Simon Kjaer, capitano della Danimarca e grande protagonista di Euro 2020. Ecco le sue parole:

“Nel Milan ha una grande importanza. Lo chiamiamo “Il Vichingo”. Quando parla tutti ascoltano e lo rispettano. È naturale che parliamo un po’ di più tra di noi che con gli altri perché entrambi parliamo la nostra lingua madre. Si prende cura di me, mi dice cosa devo fare e quando faccio qualcosa di buono si complimenta. C’è sempre e ti dà sempre quella spinta più quando vede che ci sono delle cose che possono essere fatte in modo migliore. Ti aiuta sia dentro che fuori dal campo

Poi continua:

“La situazione di Eriksen era davvero difficile per tutti ma è rimasto calmo. É riuscito a compattare la squadra e a prendersi la responsabilità. Ha salvato la vita di Christian, è stato un momento impattante per tutti. Non sono rimasto sorpreso, quando si presentano situazioni del genere dimostra che leader è”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy