La lunga intervista di Gazidis e il futuro del Milan: spiegato il progetto rossonero

Ivan Gazidis è entrato nel cuore dei tifosi rossoneri. In una lunga intervista a Sette, settimanale del Corriere della Sera, ha parlato del presente e del futuro del Milan.

I GIOVANI

Nella MLS conta formare i giovani calciatori americani e la mia esperienza viene da lì. All’Arsenal abbiamo investito molto in un programma che coinvolgeva ragazzi dai 9 ai 16 anni e tra questi ci sono Saka e Sancho. Dobbiamo innovare in Italia allo stesso modo siccome il paese è conservatore come lo era l’Inghilterra dieci anni fa, ma qualcosa sta già cambiando come dimostra la Nazionale.

IL MILAN

Pioli è un uomo curioso che segue il calcio ma la forza del Milan dipende anche dalla fame dei giocatori. Alcuni di loro hanno un’influenza che va oltre la performance degli altri: tra questi ci sono Ibrahimovic, Kjaer, Kessié e Bennacer. Dal punto di vista societario siamo state tra le uniche squadre del mondo a poter investire e possiamo guardare con serenità al futuro. Vogliamo sviluppare un senso di appartenenza, l’orgoglio di tifare Milan!

LO STADIO

Prima lo facciamo e meglio è, noi siamo pronti. Milano deve avere due squadre a livello mondiale e questo sarà importante anche per la città perché i turisti non vedranno solo il Duomo.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy