Pioli: “Dispiace per Ibra ma tornerà presto, in attacco gioca uno tra Giroud e Rebic

Buon pomeriggio cari lettori e lettrici di SpazioMilan. Come di consueto oggi seguiremo la conferenza stampa di mister Pioli e Simon Kjaer alla vigilia del match contro i Reds che segna il ritorno dopo 7 anni del Diavolo in Champions.

Inizia Simon Kjaer, l’ultima trasferta europea è stata a Manchester e lì parlasti di mentalità e della bellezza di giocare queste sfide. Si possono ripetere queste parole?

Dovremo avere la stessa mentalità, sarà una partita molto difficile domani. Dobbiamo andare a Liverpool per fare qualcosa di importante, non siamo qui in vacanza.

Kakà ha indicato lei, Giroud e Ibrahimovic come giocatori capaci di indicare come fare bene ad Anfield. Che effetto le fa questo attestato di stima?

“E’ sempre un piacere e mi rende orgoglioso che Kakà abbia detto così. Io faccio il mio lavoro ogni giorno come al solito. E’ una partita speciale e che incontriamo con grande piacere. Vogliamo dimostrare la nostra voglia di tornare”

Che sensazione hai avuto in questa settimana?

Abbiamo preparato bene la gara, siamo a un bel punto del nostro percorso. Sappiamo le loro forze ma possiamo far bene.

Come avete reagito a questo sorteggio?

Giocare in Champions significa giocare contro i migliori, domani comincia il nostro percorso, possiamo fare qualcosa di importante.

Secondo te questo Milan è la squadra più forte degli ultimi anni?

Siamo sicuramente più forti dell’anno scorso, siamo cresciuti sotto ogni punto di vista. Sto giocando il miglior calcio della mia vita.

Da quando sei arrivato al Milan la tua presenza è stata importante, adesso questa squadra può raggiungere certi obiettivi?

Si però c’è ancora bisogno di crescere, stiamo vivendo un bel momento. Abbiamo avuto sempre una grande mentalità e abbiamo sempre lavorato bene finora, possiamo fare grandi cose.

Parola al mister Pioli, andare ad Anfield senza Ibra quanto può pesare?

Ibra poteva scendere dal 1′, stamattina ci ha provato ma avvertiva ancora dolore e abbiamo pensato di non rischiarlo. Dispiace per Zlatan perchè vuole giocare sempre, tornerà presto.

Giocare subito a Liverpool è un vantaggio?

“Non ci saranno partite facili in questo girone, le avversarie sono tutte competitive. Noi vogliamo scrivere la nostra storia in Champions, domani è una grande opportunità per noi. Grandissimo rispetto per il Liverpool, ma grande convinzione anche che possiamo fare bene”. 

Potrebbero essere importanti i lanci di Maignan e gli scatti di Leao?

Dobbiamo essere bravi a intercettare l’avversario, serve una lettura lucida della gara.

Come stanno Rebic e Giroud?

“Giroud lunedì era un po’ giù, ora sta meglio però. Ovviamente non ha i 90′ nelle gambe, ma sta bene ed è disponibile. Rebic arriva da una grande partita, chiunque giocherà si farà trovare pronto”. 

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy