Pioli in conferenza: “Ibra sta meglio. In Champions abbiamo pagato caro ogni errore”

Alla vigilia della fondamentale sfida contro il Porto Stefano Pioli e Rafael Leao sono intervenuti in conferenza stampa alle 14 da Milanello.

SpazioMilan, come di consueto, ne ha proposto la diretta testuale.

Le parole di Pioli

“Domani sarà partita fisica e tecnica, il Porto ha giocatori offensivi di qualità, sarà una partita di alto livello”.

“Ogni singola partita la prepariamo diversamente, abbiamo preparato la nostra strategia, speriamo dia i suoi frutti“.

Ibra sta meglio, sabato ha giocato 15 minuti, il minutaggio può alzarsi ma non ha tantissimi minuti in più”.

“I due confronti col Porto saranno decisivi per l’esito finale del girone”.

Bennacer sta bene, è pronto per giocare domani. I due confronti con il Porto potranno essere decisivi per l’esito finale”.

Krunic può partire dall’inizio. Si gioca il posto con Maldini. Per recuperare al 100% serve chiaramente mettere minuti nelle gambe”.

Pioli – Milan – Conferenza Stampa

Pepe vs Ibra? Sono due giocatori di temperamento e fisici. Zlatan è pronto a sfidarsi con qualsiasi avversario”.

Il Porto è una squadra completa, se devo fare un nome dico Diaz, il colombiano, per la qualità e la velocità”.

“Ne mancano di cose per tornare grandi… Stiamo sul percorso giusto, ma ci vogliono ancora tanti step da superare. Ho visto una squadra molto motivata e stimolata: domani abbiamo la possibilità di raggiungere un risultato positivo“.

“In Champions dobbiamo rimanere concentrati e lucidi in ogni situazione. Abbiamo pagato caro ogni errore: l’attenzione dovrà essere totale sia quando avremo palla noi, sia per dinamismo che pericolosità, che in fase difensiva; abbiamo perso le prime due partite per due nostre disattenzioni”.

Leao è più consapevole delle proprie qualità, sta dentro la partita con più continuità. Ha un potenziale incredibile, può fare ancora meglio”.

Il nostro è un lavoro reciproco: io mi appoggio ai miei giocatori, è assolutamente normale che sia così, e io cerco di allenarsi al migliore possibile; poi sono loro a fare la differenza. Per noi deve essere un continuo scambio per cercare di crescere insieme”.

Le parole di Leao

“Mi mancava continuità, oggi posso dire che durante la partita lo sono di più grazie ai compagni e all’allenatore“.

“Giocare contro il Porto è sempre difficile, hanno grandi qualità e non sono facili da affrontare. Domani per me e i compagni è una finale che dobbiamo vincere, ci servono punti”.

“Dal primo minuto vogliamo iniziare forte. Dovremo stare attenti perché il Porto è una bella squadra che ha qualità e vuole punti“.

“In ogni allenamento cerco di crescere, sono in un grande club che mi può aiutare in questo”.

“Sicuramente vorranno vincere ogni duello perché anche loro sono costretti a fare punti. Ci aspettiamo una bella sfida”.

“Possiamo arrivare lontano. Siamo una squadra giovane ma con la testa giusta, con calciatori di esperienza”.

La Serie A è un campionato molto difficile, io personalmente ho fatto fatica e ho visto la differenza rispetto al passato. La Champions è un sogno da piccolo, è una emozione unica e voglio approfittare per fare il massimo”.

La fiducia dell’allenatore e dei dirigenti è decisiva. Il Milan mi ha dato l’opportunità di mettermi in mostra ed è importante, quest’anno sento di poter fare la differenza in ogni partita quando i compagni mi passano il pallone. Cerco sempre un assist o un gol, la fiducia di tutti mi ha dato molto”.

In ogni gara voglio fare vedere cosa posso fare. Conta vincere, poi se segno o faccio assist meglio, ma vogliamo i tre punti per andare avanti in Champions”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy