Pioli in conferenza: “Ci abbiamo sempre creduto. Castillejo merita grandi complimenti, ora testa al Porto”

Intervenuto in conferenza stampa dopo la vittoria in rimonta contro il Verona (3-2), Stefano Pioli …:

Quando una squadra riesce a superare momenti difficili e serate difficili, con un avversario che ti ha complicato la vita, significa credere nelle proprie qualità e nel proprio modo di giocare, e quando ci credi è più facile anche riuscire a ribaltare un risultato così negativo. Nel secondo tempo l’intensità e la qualità delle nostre azioni è cresciuta, e questo vuol dire che l’organico è completo

Sulla partita contro il Porto:Adesso pensiamo alla prossima partita, giocheremo contro un avversario di alto livello (Porto, ndr), diverso da quello che abbiamo avuto stasera. Adesso siamo più consapevoli delle nostre qualità e delle nostre caratteristiche, e anche stasera siamo stati comunque bravi a mantenere il nostro equilibrio, e dovremo fare lo stesso martedì sera in Champions. Affronteremo un avversario abituato a giocare queste partite, difficile da affrontare perché magari ti lascia gestire il gioco ma poi è molto bravo a ripartire. Ci vorrà molta lucidità e qualità, sarà una partita molto importante

Pioli, Milan, Verona

Su Ibra e Giroud:Averli recuperati è importantissimo, stiamo parlando di due campioni. Quando Zlatan entra in campo si sente, è una presenza significativa. Mi auguro che entrambi possano tornare alla forma ideale. Vedremo poi di partita in partita come utilizzarli

Sulla squadra:Per Rebic si tratta di una distorsione alla caviglia, spero non sia niente di grave anche perché era in una condizione eccezionale. In attacco abbiamo tante caratteristiche diverse in base a chi gioca. Tatarusanu? Nessuno ha mai avuto dubbi sulle sue qualità e sulla sua professionalità. Non è facile fare il dodicesimo e non giocare quasi mai, ma lui è sempre stato disponibile e sono contento che si sia fatto trovare pronto in una partita così complicata

Su Castillejo:Samu merita grandissimi complimenti, ha sempre pensato al bene della squadra nonostante fosse stato penalizzato dalle mie scelte. Tutti i miei giocatori si fanno sempre trovare pronti, e dobbiamo andare avanti così perché è normale che io debba fare delle scelte ed è normale che qualcuno venga penalizzato, ma se continuiamo con questo spirito ed unione, le soddisfazioni saranno anche individuali“.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy