Yacine Adli: “Cosa ha significato per me la chiamata di Maldini”

Il calciatore del Milan Yacine Adli, ora in prestito al Bordeaux, ha rilasciato un’intervista a Telefoot, in cui ha raccontato, tra le altre cose, le sensazioni provocate dalla chiamata di Maldini. Ecco le parole del talento francese.

Adli Milan Maldini

MALDINI – “Per me è stato qualcosa di inaspettato. Ma quando Maldini ti chiama per spiegarti che un grande club come il Milan ti vuole, non c’è bisogno di pensarci e non potevo non accettare . È motivo di grande orgoglio, anche per le mie origini. Non lo avrei mai immaginato“.

MIGLIORARSI – “Mi hanno seguito e mi hanno scelto perché ho delle qualità secondo loro, ciò mi inorgoglisce molto. Ma devo continuare a lavorare, sono giovane e la mia carriera è solo all’inizio. So di dover dimostrare ancora tanto, come centrocampista e anche in posizione più offensiva”.

IDOLO – “Mi ispiro da sempre a Zidane, un grande campione per la Francia e per il mondo del calcio”. Adli spera di emulare il percorso di Zizou, che come lui sbarcò in Serie A dal Bordeaux e divenne uno dei fantasisti più importanti della storia del calcio recente“.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy