Pioli: “Maignan domani sarà titolare, Tomori non è convocato”

Buongiorno cari lettori e care lettrici di SpazioMilan. Come di consueto oggi seguiremo la conferenza stampa di Stefano Pioli che presenterà la sfida di campionato contro il Sassuolo, in programma domenica alle 15:00.

Messias ha dimostrato a Madrid di poter giocare con Diaz, può farci il punto su Messias?

“Messias ha dimostrato di avere grandi potenzialità, non è qui per caso. Ha avuto un inizio difficile ma sta dimostrando grandi cose.”

Maignan e Tomori possono essere già titolari?

Maignan sta bene, ha iniziato a lavorare con la squadra da sabato scorso. Giocherà titolare domani. Tomori non è convocato ma sarà a disposizione per il turno infrasettimanale.”

Leao?

“Leao sta bene, non aveva ancora recuperato i crampi di Firenze ma domani è pronto per giocare”.

Post partita di Madrid?

“Le medie squadre dopo una grande partita si accontentano, affrontano l’impegno successivo con superficialità. le grandi squadre invece approfittano del momento positivo per andare ancora più forte”.

Meglio Calhanoglu o Cristiano Ronaldo per l’Italia?

“Io tifo per l’Italia, ha tutte le qualità per quello che hanno dimostrato Mancini e giocatori per arrivare ai mondiali. Dobbiamo tifare Italia tutti quanti. L’Italia giocherà per vincere perché ha i valori giusti, tiferemo per loro”

Obiettivi della società?

“Vogliamo riportare il Milan nelle competizioni che merita, tornare competitivi per vincere lo Scudetto e fare molto bene in Europa.”

Pellegri come sta? Può tornare utile?

“Assolutamente sì, può tornare utile. Ha avuto qualche piccolo acciacco ma l’ha superato. Pellegri è un ragazzo intelligente, quando ci sarà bisogno si farà trovare pronto, ne sono sicuro.”

Bakayoko?

“Sta sicuramente meglio, è un giocatore forte, mi piace. Ci ha messo più tempo per recuperare rispetto agli altri ma è davvero forte. In mediana ho tanti giocatori di livello, sicuramente giocheranno tutti. Da qua a gennaio mancano ancora tante partite, poi saremo pronti anche per affrontare l’emergenza a gennaio

LEGGI ANCHE:  Nuova assemblea di Lega: importanti punti all'ordine del giorno

Tempi di recupero di Rebic?

Per ora non so le tempistiche precise. Ante è importante, ma è importante avere equilibrio, idee chiare e saper sfruttare le caratteristiche diverse dei giocatori. L’importante è che ci siano sempre le combinazioni giuste per avere una squadra propositiva e più pericolosa degli avversari.”

Su Dionisi?

“Allenatore molto bravo che ha già dato la sua identità di gioco. Ha già vinto un campionato minore, abbiamo una nuova leva importante, i giovani sono sempre lì che spingono e noi dobbiamo rimanere attaccati alla voglia di migliorare e avere curiosità, c’è sempre modo di migliorare”

Sul futuro?

“Finora abbiamo gettato le basi, dobbiamo provare ad alzare il livello e diventare ancora più competitivi. È importante avere cura e passione per quello che facciamo, quando andiamo in campo è importante avere voglia di vincere ogni partita.”

Questa squadra può puntare alla seconda stella?

“Stiamo cercando di migliorare la nostra mentalità e qualità. Mercoledì abbiamo dimostrato di avere qualità tattica, mentale e tecnica da mettere sul campo, abbiamo avuto un’intensità altissima contro un avversario che di questo il proprio punto di forza. Nella mia testa c’è il sogno di vincere perché siamo al Milan e il Milan è il Milan.”

Saelemaekers?

“Avere giocatori molto duttili ci dà tante soluzioni. Come i 5 cambi stanno cambiando l’interpretazione delle partite. Adesso non serve avere solo un piano A ma anche un piano B e piano C, è un fattore questa nuova struttura die cambi”

Come si batte il Sassuolo di Dionisi?

 “Cercando di essere una squadra compatta, veloce e precisa dal punto di vista tecnico”

Saranno fondamentali i duelli domani?

“Sì, ma lo sono sempre. Chi alla fine vince più duelli ha più possibilità di vincere la partita.”

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy