Maldini: “Shevchenko ieri mi ha chiamato per un motivo”

Paolo Maldini è stato intervistato da Sky Sport nel pre-partita di Genoa-Milan. Il d.t. rossonero ha parlato dell’incrocio con Shevchenko e del momento dei rossoneri:

Shevchenko mi ha chiamato ieri, voleva che ci vedessimo prima della partita. Ci siamo visti prima del riscaldamento, anche con Mauro (Tassotti, ndr) e fa impressione vederli dall’altra parte. Sono un pezzo di Milan. Non mi considero una persona fredda. Per Andriy sarà senza dubbio una partita particolare per tutto quello che il Milan ha significato per lui“.

Maldini, Milan

Il Milan è passato dall’essere imbattuto a due sconfitte di fila in campionato, intervallata dalla partita di Madrid che ci ha dato speranza in Champions ma ci ha tolto tanto a livello fisico. Non parlo con la squadra se non c’è bisogno, quello che ha detto Pioli alla squadra rimane dentro lo spogliatoio. Partite facili a Genova non ce ne sono mai state ma siamo forti. Dobbiamo partire con la testa giusta e cercare di tornare ad essere concentrati come siamo stati“.

LEGGI ANCHE:  Gravina lancia l'allarme: "Non è assolutamente confortante!"

I margini di miglioramento sono tanti essendo una squadra giovane. La gestione delle emozioni è una cosa che impari con l’esperienza. Bisogna saper anche gestire il proprio fisico meglio giocando ogni tre giorni. Sappiamo che abbiamo fatto tanti passi in avanti ma non ci possiamo accontentare perché dobbiamo essere degni della storia del Milan, e negli ultimi due anni lo siamo stati“.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy