Indiscrezione sulla Lazio, Sarri alla ricerca del ”germe”: il nome sospetto

La partita contro il Midtjylland sembrava essere una passeggiata per la Lazio di Maurizio Sarri dopo le vittorie contro Feyenoord e Verona.

Invece la terza vittoria di fila non è arrivata per la squadra biancoceleste, sarebbe stata la prima volta dopo 13 mesi di panchina per il tecnico ex Juventus e Napoli.

Per di più è arrivata la seconda sconfitta peggiore della storia del club e del tecnico in campo europeo.

Sarri ne è uscito evidentemente adirato, soprattutto per quello che lui ha definito il ”germe’all’interno dello spogliatoio.

I sospetti al momento, come riporta il Corriere della Sera, sono tutti su Luis Alberto, considerando il rapporto poco pacifico tra lui, l’allenatore e la società negli ultimi tempi.

Ma Sarri ha parlato di una ”trasmissione del germe” il che fa presagire che il tecnico potesse intendere la troppa presunzione assunta dai propri giocatori prima e durante la partita.

Lazio Sarri germe

Resta però da sottolineare come anche il tecnico possa essere il ”germe’‘ della squadra inconsapevolmente.

Infatti un anno fa lui stesso aveva attribuito alla rosa troppo corta i numerosi errori commessi durante le partite.

Ma quest’anno invece il presidente Lotito ha speso più di 40 milioni per 8 giocatori.

Nonostante ciò la Lazio continua ad avere gli stessi problemi di un anno fa.

Non resta che attendere la partita contro la Cremonese per capire se il ”germe” è stato isolato o sta continuando a infettare la rosa biancoceleste.

Giacomo Pio Impastato

Impostazioni privacy