Sei qui: Home » Champions League » Milan, pari agrodolce con il Salisburgo: ma in Austria soffriranno in molti

Milan, pari agrodolce con il Salisburgo: ma in Austria soffriranno in molti

Il Milan pareggia in Austria contro un Salisburgo che si è dimostrato una squadra più insidiosa di quello che si pensava all’urna di Nyon. Succede tutto nel primo tempo, vantaggio austriaco con Okafor, pareggio di Saelemaekers. Palo centrato da Leao al quarto minuto di recupero, ad un soffio del tramonto di un match che ha tenuto col fiato sospeso i trentamila della Red Bull Arena.  Il Milan ha fatto il Milan, superando con il minimo danno il burrascoso avvio dell’avversario. 

Milan Salisburgo Champions League

Il Salisburgo campione d’Austria nelle ultime nove stagioni non tradisce e non smentisce le belle aspettative che l’accompagnanoSquadra giovane sfacciata, che gioca molto in verticale, grazie alla velocità di Okafor, Fernando, Capaldo e Kameri. Pressing alto e furente, portato da centrocampisti con ottimi piedi. Una squadra competitiva che gioca su un campo difficile dove difficilmente anche le altre due squadre del girone ovvero Chelsea e Dinamo Zagabria troveranno vita facile.

Un pareggio che lascia contento il Milan e a testimoniarlo sono le parole di Fikayo Tomori alla fine del match: “È stata una partita come ce la aspettavamo. Loro sono forti sul pressing, veloci davanti, sanno andare in profondità. Penso che abbiamo giocato bene, potevamo fare meglio ovviamente, ma un punto qua è difficile da prendere. Quindi siamo felici, ma possiamo fare meglio. Non mettiamo giù la testa quando andiamo in svantaggio”.

Milan Salisburgo Champions League

Anche Stefano Pioli si è detto soddisfatto del risultato ma non della prestazione del Milan: “Si tratta di un buon risultato, anche se volevamo vincere. Loro sono partiti meglio soprattutto sulle seconde palle, poi siamo cresciuti. Purtroppo non abbiamo fatto una prestazione di alto livello, potevamo fare meglio. I ragazzi sono i primi a sapere quando giochiamo bene e quando no, ci è mancata un po’ di lucidità nelle giocate tecniche. Abbiamo subito le loro ripartenze dove loro sono molto forti”.

I rossoneri torneranno in campo in Champions League Mercoledì 14 Settembre a San Siro contro la Dinamo Zagabria, vera sorpresa di questo prima turno di Champions League, dove i croati hanno sconfitto il Chelsea per 1-0 portandosi in testa al Girone E.