Milan-Juventus, sfida anche fuori dal campo: il confronto sugli stipendi

La partita di stasera, oltre ad essere il confronto tra due grandi società del passato e odierne, è anche il confronto tra due tipi di gioco molto diversi ma soprattutto due modi di gestire l’intera società in maniera differente.

Infatti, se confrontiamo i due monte stipendi delle due squadre, come fatto dal Corriere dello Sport, la rosa juventina costa 97,3 milioni per la stagione corrente, quella rossonera ammonta a 55,9 milioni.

L’ingaggio più alto dei rossoneri sono i 4 milioni di Theo Hernandez, con a seguito Dest, Tomori, Giroud, Origi e Rebic a 3,5 milioni annui.

Alla Juventus lo stipendio più alto è esattamente il doppio rispetto al terzino francese. La nazionalità è la stessa, infatti si tratta di Paul Pogba, seguito da Paredes, Rabiot e Vlahovic a 7 milioni e ancora da Bonucci e Szczesny a 6,5 milioni stagionali.

Milan-Juventus
Milan-Juventus sfida stipendi

Entrambe le squadre, in teoria, stanno portando avanti una politica di contenimento dei costi. Infatti i bilanci di entrambe sono ancora in rosso.

Quello della Juventus di sicuro è in una situazione più critica: -254 milioni nel 2021-2022, il peggiore della storia.

Il Milan invece, ha chiuso il bilancio in perdita per 66,5 milioni, migliorato comunque rispetto all’anno precedente che era in perdita per 96,4 milioni.

Giacomo Pio Impastato

Impostazioni privacy