Esultanza Giroud, l’attaccante svela il perché della lettera “A”

Il Milan è agli ottavi di Champions League e l’eroe di questa serata è stato sicuramente Olivier Giroud, che ha parlato così ai microfoni di Prime Video:

“Serata perfetta? Sì, per me, per la squadra. Sono contento e orgoglioso di questo spirito di squadra che abbiamo avuto oggi. Volevamo fare una grande partita e l’abbiamo fatta”.

Giroud: “L’anno scorso? Girone della morte”

L’anno scorso eravamo nel girone della morte. È stata una bella esperienza ma eravamo frustrati. Quest’anno era uno dei principali obiettivi della squadra. Ora dobbiamo concentrarci sulla Serie A. Dobbiamo farlo per i tifosi”.

Olivier Giroud, Milan

“Potevamo fare più gol nel primo tempo. Ma abbiamo cominciato benissimo il secondo tempo con il gol di Rade e abbiamo chiuso la partita”.

Giroud e l’esultanza per Saelemaekers

“L’esultanza con la A? È dedicata ad Alexis Saelemaekers. Gli ho detto che avrei dedicato un gol ma non ho segnato molto nell’ultimo periodo”.

Una notte da ricordare sia per il francese che per il resto della squadra, che ha giocato una gara eccezionale.

Il bomber francese ha poi parlato anche a Sky Sport:

“La cosa più importante per noi è rendere i tifosi orgogliosi di noi. Stasera era una serata importante. Penso che la squadra abbia avuto una grande reazione dopo la sconfitta contro il Torino”.

“Non è una nuova vita per me, mi sento giovane e mi sento bene sul campo. Sono molto orgoglioso dei miei compagni, facciamo un buon lavoro. Ho delle grandi speranze per il futuro”.

“Non ci poniamo limiti, sappiamo che adesso comincia un’altra competizione con due partite fra andata e ritorno. Non sappiamo cosa può succedere, andremo a giocare contro una grandissima squadra. Siamo pronti, con questi ragazzi possiamo fare grandi cose”.

“Vogliamo stare più vicino possibile al Napoli prima della pausa Mondiale. Dopo penserò alla Nazionale e al Mondiale. Tornerò carico per la seconda parte della stagione”.

Vittorio Assenza

Impostazioni privacy