L’ex allenatore sicuro: “Origi non è scarso come dicono!”, poi la risposta su De Ketelaere

Lo stop in casa della Cremonese ha creato qualche malumore in casa Milan. I campioni d’Italia vedono allontanarsi il Napoli e tornano ad essere tallonati dall’Inter.

I rossoneri, nell’ultimo periodo, sembrano meno affamati del solito e le ultime uscite hanno destato qualche dubbio sullo stato di forma degli uomini di mister Pioli.

Adesso bisogna provare a chiudere in bellezza prima della sosta. Domenica c’è una partita tutt’altro che semplice, contro la Fiorentina, ma il Milan deve fare il Milan, dimenticando le ultime prestazioni altalenanti.

A parlare del momento dei rossoneri ci pensa l’ex allenatore Giovanni Galeone a La Gazzetta dello Sport.

Galeone: “Origi non è scarso!”

Origi
Getty Image, Origi, Milan, Serie A

Oltre a parlare del momento dei rossoneri, Galeone cita due dei nuovi acquisti rossoneri, Origi e De Ketelaere, che fino ad ora hanno deluso.

Sul Milan: “Bisognava fare di più per rinforzare la squadra. Massara e Maldini sono stati bravissimi, il Milan nella scorsa stagione è stato una sorpresa e ha ribaltato le gerarchie, ma per dimostrare di non
essere meteora il club deve confermarsi in Champions e progredire in Europa
“.

Io non so se Pioli abbia dato indicazioni e penso che Maldini e Massara avrebbero fatto anche
altre operazioni se avessero avuto i poteri
“.

Su Origi: “Gioca poco, ha avuto problemi fisici. Non è scarso come adesso dicono tanti, è un buon
giocatore, però avrà bisogno di partite nelle gambe
“.

Su De Ketelaere: “Da lui mi aspettavo sinceramente di più. E’ uno dei migliori talenti in giro per l’Europa e l’adattamento al calcio italiano è strano. Però, era lecito aspettarsi qualcosa di meglio, il club
ha investito tanto. Ma è belga, è un freddo. Ci vuole tempo, fece fatica anche Platini
“.

Impostazioni privacy