Le prossime mosse del Milan: recupero infortunati tra cui Zlatan Ibrahimovic

Il recupero dei tanti infortunati, tra cui Ibrahimovic, porta il Milan a essere più fiducioso al rientro contro la Salernitana del 4 gennaio. Si può pensare di rimontare il Napoli?

Il Milan ci proverà con tutte le forze, questa è la sensazione che si respira a Milanello e questo è quello che si augurano i tanti appassionati di calcio che abbiamo nel nostro Paese. Paese che, certamente, ama il calcio, ama le scommesse e i bonus dei siti scommesse. Sì, inutile negarlo, in Italia il calcio è lo sport più seguito e i tifosi utilizzano i bonus benvenuto siti scommesse per puntare su questa o quella squadra, leggendo tutte le statistiche e provando a indovinare quello che accadrà. Certo, la sfida scudetto sembra chiusa ma, sinceramente, chi siamo noi per non dare fiducia ai campioni d’Italia?

Il Napoli, oltretutto, se continua con questo ruolino di marcia può raggiungere più di 100 punti in campionato e sembra, sinceramente, un po’ difficile che riesca a reggere il ritmo fino alla fine. Nulla da dire su quello che si è visto: il Napoli è squadra compatta, molto ben organizzata e ha trovato in Kvaratskhelia un vero leader, un uomo assist formidabile e un calciatore dal piede potente ed educato. Vedremo, dunque, una bella sfida, ne siamo più che sicuri.

Salernitana – Milan: squadra al completo per l’Arechi

Il Milan tira il fiato: il recupero di Ibra e di De Ketelaere, il rinnovo di Bennacer sempre più vicino, stanno a significare solo una cosa: il Diavolo sta tornando. E torna affrontando una squadra che ha dato del filo da torcere a parecchie squadre in questo avvio di campionato e che ha smaltito un po’ di infortunati: la Salernitana di Davide Nicola. Il tecnico torinese, infatti, ha a disposizione sia Bronn che Dia e Piatek, i tre giocatori che hanno disputato, per le rispettive nazionali, i mondiali in Qatar. Certo, si è rotto Maggiore, il centrocampo ha qualche problema e si indica in Ochoa, il portiere del Messico, il sostituto di Sepe, anch’egli infortunato. Ma si pensa in positivo.

In casa Milan si deve capire come sono messi Giroud e Theo, reduci dalla finale persa contro l’Argentina e si tenta il colpo Ziyech, grande trascinatore di un Marocco fulminante. Certo, il fantasista magrebino in forza al Chelsea ha dato prova di grande eleganza e classe durante il Mondiale e, sicuramente, ci saranno altre squadre interessate al suo cartellino. Ci aspettiamo, però, che Massara e Maldini possano portare questo rinforzo già a gennaio, pronto a dare una mano verso gli obiettivi che una grande squadra come il Milan deve avere e può raggiungere.

Obiettivo scudetto bis o stanchezza post Mondiale?

Siamo tesi, dobbiamo ammetterlo. La ripresa del campionato, dopo una sosta di due mesi, può cambiare, sicuramente, le carte in tavola. Il Napoli, che ora sembra irraggiungibile, può avere un attimo di défaillance e il Milan può, e deve, approfittarne. I giocatori, però, sono pronti per l’obiettivo scudetto bis o alcuni di loro, reduci da un Mondiale non proprio felice, sono troppo stanchi per lottare fino all’ultima giornata? Non pensiamo sia possibile, il Milan ha ben chiaro quello che si può fare e ci sono tanti obiettivi da raggiungere. Non dimentichiamoci, infatti, che dopo anni siamo agli ottavi di Champions e possiamo guardare con occhio benevolo ciò che arriverà.

Per coloro che amano scommettere sarà arduo trovare il pronostico giusto per questa stagione. Siamo, comunque, certi che le promozioni siti scommesse sapranno essere un incentivo potente per i più indecisi e ci aspettiamo che chi ama il Milan possa provare a puntare sul Diavolo per la seconda volta consecutiva. Non abbiamo idea di quello che sarà, ci aspettiamo rinforzi e tanta voglia di combattere, che è quello che fa la differenza, molto più dei campioni in campo. Siamo sicuri che Giroud abbia tanto da dare, con la grinta e la rabbia che gli abbiamo visto in volto quando è stato sostituito da Deschamps dopo il primo tempo della finale. Sappiamo anche che avere in squadra quello che è considerato il miglior terzino sinistro al mondo è un qualcosa in più di inimmaginabile e ci auguriamo che, anche quest’anno, le sue incursioni in fascia siano micidiali come è già accaduto negli anni passati. Il resto è da scoprire anche se, con Ibra in campo, il vecchio leone non smetterà, tanto facilmente, di ruggire.

Impostazioni privacy