Il Milan ai tifosi: “Le sei cose da sapere su Vasquez”

Nonostante la sessione di calciomercato invernale sia iniziata da poco, il Milan ha subito messo a segno il primo colpo per rinforzare l’organico di mister Stefano Pioli: Devis Vasquez.

Il portiere colombiano classe 1998, è approdato in rossonero per una cifra vicina ai 400mila euro e completerà il reparto occupato attualmente da Mike Maignan, Ciprian Tătărușanu ed Antonio Mirante.

Milan, le 6 curiosità su Devis Vasquez

In seguito al comunicato relativo all’ufficialità dell’acquisto dell’estremo difensore dal Club Guaranì, il Milan ha rivelato, sul proprio sito, sei curiosità sul nuovo acquisto:

LA COLOMBIA E IL MILAN
È il sesto calciatore colombiano – ma il primo portiere – nella storia del Milan dopo Yepes, Zapata, Vergara, Armero e Bacca. Ed è proprio legato ad alcuni di questi ex rossoneri: Bacca è nato nella stessa città (Barranquilla), mentre Yepes è uno dei suoi idoli.

77, TRADIZIONE PORTIERI
Ha scelto il 77. E se vi sembra un numero poco da portiere vi sbagliate, almeno non al Milan. La maglia 77 è già stata indossata da cinque giocatori e due erano estermi difensori: Abbiati (stagione 2003/04) e Plizzari (2021/22), oltre a Coco (2000/01 e 2001/02), Antonini (2008/09 e 2013/14) e Halilović (2018/19).

Devis Vasquez
Milan, curiosità, Vasquez

IL NOME SULLA MAGLIA
Finora ha sempre preferito scrivere il nome, Devis, anziché il cognome dietro la maglia. Atipico ma non anomalo, basti guardare in casa nostra e ricordare che Hernández e Díaz hanno scritto Theo e Brahim.

ITALIA, AMORE A PRIMA VISTA
Ora è in Italia per rimanerci, ma è già passato dal nostro paese perché ha partecipato all’edizione 2017 della Viareggio Cup con il Cortuluá U20, affrontando in campo Torino e Rijeka nel girone eliminatorio. Anche la Primavera del Milan partecipò al torneo, fermandosi agli Ottavi. Come ha raccontato nell’intervista, talmente è rimasto ammaliato dall’Italia che al ritorno in patria decise di imparare da solo l’italiano.

IL NO DEL BOCA JUNIORS
Óscar Córdoba, famoso ex portiere colombiano che fece tappa anche al Perugia, lo avrebbe consigliato al Boca Juniors. Sembra non bastò per convincere Juan Román Riquelme, allora vicepresidente xeneize. A proposito: gli argentini sono stati avversari del Milan in due Finali (Coppa Intercontinentale nel 2003, FIFA Club World Cup nel 2007).

COPA LIBERTADORES
Classe ’98, ha collezionato alcune presenze in Copa Libertadores – la massima competizione per Club in Sudamerica – e l’unico clean sheet lo ha messo a referto a domicilio dell’América di Belo Horizonte, squadra che nel passato è stata anche di Tostão, Toninho Cerezo, Gilberto Silva, Fred e più recentemente Richarlison del Tottenham, prossimo avversario dei rossoneri in Champions League“.

Impostazioni privacy