Atalanta-Milan, l’infermeria ora è piena: sono guai seri

Sabato pomeriggio l’Atalanta ospiterà il Milan per una sfida senza esclusione di colpi. I due allenatori stanno preparando le tattiche giuste, ma entrambi hanno un grande problema: il numero di infortuni.

Milan e Atalanta si preparano in vista di sabato pomeriggio, quando saranno attese al Gewiss Stadium per un cruciale anticipo di Serie A. La terza squadra in classifica incontra l’ottava. Entrambe hanno bisogno di dare una svolta alla piega difficile che ha assunto la stagione. La Dea, nelle ultime quattro partite, ha totalizzato solo un punto. Il Diavolo ben sette, ma non sono comunque abbastanza.

Se risulta di gran lunga diverso il numero di punti totalizzati sino ad ora in campionato, non tanto diversa appare, invece, la situazione in infermeria. Entrambe le squadre stanno attraversando un periodo complicato, fatto di tanti stop che rendono impossibile un efficiente turnover – specialmente in casa Milan.

Proprio sul fronte infortuni nelle ultime ore si discute dei giocatori che potranno fare il tanto atteso rientro in campo. Ma, soprattutto, si riflette su chi sarà costretto a saltare anche questa sfida, con la speranza di poter recuperare entro la fine dell’anno.

Atalanta-Milan: è codice rosso in infermeria

Tegole su tegole, quelle che si abbattono sui due club. E non quelle utili ad edificare il nuovo stadio rossonero. Stefano Pioli deve ancora oggi fare i conti con le pesanti assenze di Rafael Leao (che ha ora come obiettivo il New Castle), Thiaw (atteso ormai nel 2024), Okafor e Kjaer.

Atalanta-Milan, l'infermeria ora è piena: sono guai seri
Stefano Pioli -(ANSA)- SpazioMilan.it

Ancor più lunga, invece, la lista degli indisponibili di Gian Piero Gasperini. Il tecnico nerazzurro ha già detto addio al suo gioiello Scamacca, il cui rientro è stato pronosticato ormai nel 2024. Grandi assenti anche Toloi, Palomino e Touré, che non dovrebbero però tardare di troppo il loro rientro.

Ma questi non sono gli unici ad aver dato forfait in vista dello scontro con i Rossoneri. Anche Berat Djimsiti salterà la partita di sabato a seguito di un infortunio rimediato nella sconfitta contro il Torino e che lo ha costretto ad abbandonare il terreno di gioco al minuto 18. Il difensore nerazzurro si è sottoposto agli esami medici alla ripresa degli allenamenti a Zingonia. Gli esiti hanno evidenziato una lesione di primo grado al muscolo otturatore interno sinistro. Necessaria, dunque, la terapia che è stata prontamente intrapresa dal giocatore classe 1993.

È piena emergenza difesa per la squadra di Bergamo, che si trova a corto di uomini in un momento fondamentale della stagione. Potrebbe così approfittarne il Milan, desideroso di trovare la seconda vittoria di fila (la terza in campionato, compresa la Fiorentina) dopo la tripletta rifilata al Frosinone.

Impostazioni privacy