Milan, Krunic verso l’addio? La verità in questi minuti, arriva la decisione del club

Il Milan ha deciso e la strategia è molto chiaro: svelato il destino di Krunic, avvolto dalle sirene di mercato.

Il Milan di Stefano Pioli ha la volontà di ripartire dopo un avvio di stagione non troppo esaltante. In campionato non benissimo ed in Champions League ancora peggio. Il 13 dicembre la trasferta contro il Newcastle sarà molto complicata in vista della qualificazione agli ottavi di finale perchè il destino rossonero si deciderà sul campo del Borussia Dortmund che dovrà vincere contro il PSG.

La squadra milanista, nel frattempo, con il mercato invernale alle porte, si sta guardando intorno e sta valutando le possibili entrate in caso di cessioni. Pioli ha le idee chiare e la strategia societaria è molto chiara. Nell’occhio del ciclone c’è Rade Krunic, centrocampista bosniaco accostato più volte, nel corso della corrente stagione al Fenerbahce.

L’ex Empoli sarebbe stato convinto della destinazione da Edin Dzeko, ex attaccante di Roma ed Inter, nonchè compagno di Nazionale del 33 rossonero ed ora in forze proprio alla squadra turca. Al centrocampista del Milan sarebbe stato offerto un ricco contratto che varia tra i 3 ed i 3,5 milioni di euro che ingolosiscono il calciatore.

Krunic-Fenerbahce, la scelta del Milan

Una telenovela infinita che sembra essere giunta ad un punto di svolta. Contatti avviati già dall’inizio della sessione estiva di mercato ed intensificata soltanto nelle ultime settimane di agosto, quando la società rossonera si è ritrovata spalle al muro nel valutare una cessione senza poter trovare numericamente un sostituto per mancanza di tempo.

Krunic-Fenerbahce, il futuro in rossonero è sempre più lontano (ANSA) - SpazioMilan.it
Krunic-Fenerbahce, il futuro in rossonero è sempre più lontano (ANSA) – SpazioMilan.it

I mesi son passati e complice il rientro di Ismael Bennacer da un lungo infortunio e le buone prestazioni di Reijnders e Loftus-Cheek l’idea di tenere Krunic a Milanello è sempre più remota. Il suo contratto in scadenza è fissato al 30 giugno 2025 e la dirigenza milanista non ha alcun intenzione di perderlo a parametro zero a fronte di un investimento nel luglio del 2019 di quasi 9 milioni di euro.

La sua valutazione si aggira, tuttora, intorno ai 10 milioni di euro e la priorità di Forlani e Moncada è quella di investire il tesoretto ottenuto per sopperire alle mancanze in attacco sul piano tecnico e soprattutto in difesa dove l’emergenza infortuni è più acuta che mai. Secondo quanto riportato da Daniele Longo il Milan potrebbe valutare già a gennaio la cessione del bosniaco soltanto di fronte ad un’offerta concreta, importante e soddisfacente.

Impostazioni privacy