Conte o Thiago Motta, Il cantante non ha dubbi: l’ha detto sul dopo Pioli

Il noto cantante milanista, che ha partecipato anche alla 74° edizione del Festival di Sanremo, ha detto la sua preferenza per la panchina rossonera.

La scena di questa domenica di Serie A se la prenderà tutta il big match tra Milan e Napoli: rossoneri e partenopei si affronteranno questa sera, alle ore 20:45, allo stadio San Siro, in un’atmosfera tutta da vivere. All’andata, la partita finì con il risultato di 2 a 2: la squadra rossonera, dopo il doppio vantaggio messo a segno da Giroud nella prima frazione di gioco, si fece rimontare nel secondo tempo dai gol di Politano e Raspadori, sfumando così la conquista dei tre punti.

Milan-Napoli non sarà affatto una sfida banale, poiché i tre punti in palio sono una posta alta per entrambe le due formazioni: la squadra di Pioli si avvicinerebbe, in attesa di capire il risultato, alla seconda in classifica, la Juventus. La squadra di Walter Mazzarri, invece, è a caccia di punti per rientrare almeno in un posto europeo, per non vedersi fuori dalle competizioni della prossima stagione, e con una vittoria può avvicinare la Roma, sconfitta ieri dall’Inter.

Milan, senti Sangiovanni: l’ha detto sull’allenatore

A poche ore di distanza dal match contro i partenopei, il noto cantante milanista Sangiovanni, che ha partecipato all’ultima edizione del Festival di Sanremo, è stato raggiunto ai microfoni della Gazzetta dello Sport e ha parlato proprio del suo Milan: l’ex partecipante di Amici non ha mai nascosto la sua passione per il rossonero, tant’è che alla sua prima partecipazione al Festival aveva fatto indossare una sciarpa del Milan ad Amadeus, conosciuto per la sua fede nerazzurra.

Sangiovanni si esprime sull'allenatore rossonero
Sangiovanni ANSA spaziomilan.it

Tema principale dell’intervista è stato quello dell’allenatore, tema affrontato più volte in casa rossonera in questa parte di stagione, dopo il periodo non semplice affrontato sul finire del 2023. Queste le sue parole:

A me Pioli piace molto, è il primo allenatore nella storia recente del Milan in grado di far giocare bene la squadra. E poi ci ha fatto vincere uno Scudetto. 

Sostituto? A Milano mi piacerebbe vedere Antonio Conte o Thiago Motta. Il primo può dare una scossa a livello di mentalità, il secondo per il suo modo di giocare. Però insieme a Thiago vorrei anche Zirkzee. 

Poi il giovane cantante ha detto la sua sui giocatori che possono essere il futuro del Milan:

Costruirei il Milan su tre giocatori che fanno parte già della rosa: Maignan, Theo Hernandez e Leao, per poi puntare sui nostri giovani che sono molto forti, e soprattutto hanno la giusta mentalità. 

Impostazioni privacy