Maldini ci aveva provato, lui ha rifiutato il Milan: la rivelazione 

Il Milan ora poteva vantare uno dei migliori talenti attuali della Serie A, a svelarlo è il giocatore stesso; Maldini ci aveva provato.

Il Milan dal 2018, con Paolo Maldini in dirigenza come direttore dell’area tecnica rossonera, ha dato il via ad un ottimo percorso di crescita. Sono stati messi a segno tanti colpi che ora – e non solo – stanno portando fortuna al Milan. Arrivati alla separazione comunque il lavoro di Paolo Maldini nella sua seconda era al Milan è stata fruttuosa e positiva.

Ora arriva una indiscrezione e arriva da parte di un giocatore della Serie A, attualmente all’Udinese: Lazar Samardzic. Il giovane centrocampista gode di ottimo talento e in Serie A ha diverse estimatrici, ma non solo in Italia. Come da lui riportato in un’intervista però qualche anno fa il giocatore poteva andare incontro ad un destino diverso; le sue parole.

Il Milan si fece avanti per Samardzic

Il forte giocatore serbo diversi anni fa ha avuto gli occhi del Milan su di sé. Paolo Maldini provò a portarlo a Milano ma si concluse con un nulla di fatto.

Il Milan si fece avanti per Samardzic
Samardzic e le sue parole sul Milan – Lapresse – Spaziomilan.it

Se si pensa ora ai migliori prospetti che si trovano in Serie A non si può non pensare a Lazar Samardzic. Il centrocampista serbo classe 2002, attualemente all’Udinese, è in Italia dal 2021 e da allora ha mostrato ottime cose in campo.

Il serbo in occasione di un’intervista rilasciata a Cronache di Spogliatoio ha avuto modo di raccontare ciò che poteva accadergli a 17 anni. Difatti per lui si fece avanti il Milan con l’allora direttore dell’area tecnica Paolo Maldini, ma non solo, l’anno prima ci provò anche il Barcellona; le sue parole:

A 16 anni ho avuto l’occasione di provarci. Venne a bussare alla mia porta il Barcellona. Era Patrick Kluivert e ci mostrò il piano di crescita e l’idea che avevano per me. Ma i miei genitori pensarono che ero troppo piccolo per partire, che fosse troppo presto, e io ero d’accordo con loro. Un anno dopo invece ci provò il Milan. Insieme alla mia famiglia andai a Milanello, su invito di Paolo Maldini. Ci fecero visitare le strutture, avevo 17 anni e mio padre mi aveva sempre detto che il calcio italiano fino a qualche anno prima, comandava nel mondo. Anche quel giorno, ci dicemmo di non aver fretta.

Difatti poi il serbo decise di adottare un percorso di crescita graduale e non brusco che dall’Hertha Berlino lo ha portato poi al Lipsia e infine qui in Italia dove era anche vicinissimo all’approdo in altri top club come Napoli e Inter.

Samardzic ha “rifiutato” il Milan, il nostro pensiero

Una scelta forte quella del giocatore serbo che ha deciso di rifiutare due top club come Barcellona e Milan vista la sua giovane età. Resta il fatto che Paolo Maldini aveva fiutato il colpo, ritrovarsi un calciatore come Samardzic acquistato a basso costo sarebbe stata una piccola svolta per i rossoneri, viste le indubbie qualità del classe 2002. Senza esagerare si può però parlare di un rimpianto per il Diavolo

 

 

 

Impostazioni privacy