Milan, PIF tenta Cardinale? Gli scenari per il futuro

Novità e indiscrezioni sul futuro del Milan. Il proprietario del Milan, Gerry Cardinale, ha degli obiettivi precisi per le sorti del club rossonero.

Il Milan, dopo la vittoria per 4-2 sullo Slavia Praga in Europa League, è pronto a rigettarsi in campionato dove domenica alle ore 15 affronterà l’Empoli di Davide Nicola. I rossoneri vogliono vincere per portarsi momentaneamente al secondo posto, distante solo un punto, e scavalcare la Juve che giocherà la delicata sfida contro l’Atalanta alle ore 18. Una gara non semplice sia per il fatto di giocare dopo 3 giorni dalla sfida europea sia per la crescita della squadra toscana da quando alla guida c’è il nuovo allenatore.

Nicola, infatti, ha portato l’Empoli fuori dalla zona calda della classifica collezionando 12 punti in 7 gare disputate e perdendo solo l’ultima contro il Cagliari. Il Milan di Pioli dovrà fare attenzione a questa insidia e continuare per la sua strada per poi ritornare a pensare all’Europa League e al ritorno in Repubblica Ceca giovedì prossimo. Dal punto di vista societario, intanto, emergono nuove indiscrezioni sul futuro del club rossonero con il proprietario Cardinale che ha degli obiettivi ben precisi.

Le intenzioni di Gerry Cardinale con il Milan

Secondo quanto riportato dal giornalista Alessandro Giudice sul Corriere dello Sport, non ci sarebbero conferme sulle eventuali trattative tra Cardinale, managing partner del fondo RedBird e proprietario del Milan, e PIF (Public Investment Fund) per quanto riguarda la cessione del club rossonero o un ingresso al suo interno con una quota di minoranza. Inoltre ci sarebbero molti rumors su una possibile iniezione di nuovi capitali nella società per via del “vendor loan” (prestito del venditore all’acquirente) che RedBird ha ricevuto da Elliott e che dovrà restituire.

Le voci sul futuro di Cardinale al Milan
Cardinale e le presunte voci di una cessione del Milan ad un fondo arabo (LaPresse) – SpazioMilan

Si tratterebbe di circa 600 milioni di euro che Cardinale avrebbe utilizzato per comprare il Milan e che dovrebbe restituire entro l’anno prossimo. L’interesse del proprietario del Milan verso i fondi arabi non è una novità. L’obiettivo, tra l’altro, non sarebbe quello di andare alla ricerca di nuovi capitali ma cogliere nuove opportunità strategiche di partnership per aumentare i ricavi, oltre ai legami commerciali, e far crescere ancora di più il brand Milan.

Sul Corriere dello Sport, inoltre, si legge che PIF non potrebbe acquistare un altro club già presente in Champions League, visto che possiede il Newcastle. Per quanto riguarda nuovi capitali da spendere sul mercato resta qualcosa di improbabile visto che bisogna mantenere un certo tipo di rapporto costi/ricavi coerente con i limiti del Fair Play Finanziario UEFA.

Impostazioni privacy