Tavecchio-Allegri, doppia elezione possibile: ecco perché

Massimiliano Allegri è sempre più vicino alla panchina dell’Italia. La sua candidatura si rafforza giorno dopo giorno e la concorrenza, Roberto Mancini in primis, potrebbe essere sbaragliata in breve tempo. Durante questo fine settimana, a Forte dei Marmi, dovrebbero infatti incontrarsi Adriano Galliani, Claudio Lotito, Urbano Cairo ed Enrico Preziosi.

Questi ultimi sono intenzionati a fare il punto della situazione in merito al prossimo presidente federale, ora che Giancarlo Abete ha dato le dimissioni, e a stringere una nuova alleanza. Nuova alleanza che dovrebbe essere mirata a portare al comando della FIGC Carlo Tavecchio che, nella sua carriera calcistica, è stato presidente della Pontelambrese e della Lega Nazionale Dilettanti (dopo esserne stato consigliere dal 1987 al 1992 e vice presidente dal 1992 al 1999), prima di diventare vice presidente vicario della Federazione Italiana Giuoco Calcio.

Inoltre, Tavecchio è un grande estimatore di Massimiliano Allegri, fortemente voluto sulla panchina azzurra anche da Adriano Galliani e Claudio Lotito, che nei prossimi mesi potrebbe diventare supervisore della Nazionale. Ecco allora che, se l’ex sindaco di Ponte Lambro dovesse essere eletto, con buona pace della Juventus che, stando a quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, sarebbe intenzionata a optare per altri candidati, l’allenatore toscano diventerebbe il nuovo commissario tecnico dell’Italia. Colpi di scena permettendo.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy