Milan, hai perso il gioco. Menez la misura di un peso da scacciare

Prima il gioco, di conseguenza la vittoria. Il Milan stasera dovrà innanzitutto ritrovare lo smalto di inizio stagione, perso, analizza La Gazzetta Sportiva, nell’esatto momento in cui il migliorare senza pressioni il piazzamento dello scorso anno ha lasciato presto spazio all’obiettivo terzo posto.

Quasi una maledizione per la squadra di Inzaghi, adesso senza idee, brillantezza e pesante nella testa rispetto alle uscite con Lazio e Parma, dove i rossoneri avevano dimostrato colpi offensivi di grande livello: in generale prestazioni vicine allo spettacolo. Menez ha smesso di fare magie e il Milan si è dimostrato lento e prevedibile, non un caso. Il Diavolo sta dimostrando una dipendenza “normale”, non per forza un problema, verso l’attaccante francese: Jeremy è il riflesso del momento, l’immagine in movimento di un gruppo pieno di spirito ma molto meno delizioso con il pallone.

Il Palermo nasconde delle insidie da superare, il Milan dovrà vincere e convincere. E riscoprire se stesso a San Siro.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy